La tecnologia del Laser a diodi Light Sheer è attualmente tra i sistemi più sicuri ed efficaci per l'epilazione progressivamente definitiva. L’energia luminosa del laser, assorbita in modo selettivo dalla melanina contenuta nel bulbo pilifero, si trasforma in energia termica, provocando la distruzione del bulbo pilifero.

Oltre ad avere un'efficacia documentata per l'epilazione progressivamente definitiva il laser LightSheer è approvato dall'FDA per il trattamento della pseudo folliculitis barbae (formazione di pustole che si infettano alla ricrescita del pelo depilato con lametta o ceretta).

Il Lightsheer permette di modificare i parametri dell’energia trasmessa, tenendo in considerazione la carnagione del paziente e il tipo di pelo a seconda che sia spesso o sottile e più o meno pigmentato così da poter adattare il trattamento ai diversi fototipi, anche se i migliori candidati sono i soggetti con carnagione chiara. Il trattamento è  controindicato in pazienti sottoposti di recente ad esposizione solare o a lampade abbronzanti.

La sensibilità di ogni pelo al danno selettivo prodotto dalla radiazione laser varia secondo la fase del ciclo vitale in cui esso si trova: anagen (crescita), catagen (regressione) e telogen (fase di riposo).

Per ottenere una depilazione definitiva ogni pelo dovrebbe essere irradiato nella fase anagen. Poiché i peli non presentano una sincronia del loro ciclo vitale, sarà necessario ripetere più volte il trattamento ad intervalli di circa 6-8 settimane. Ad ogni seduta sarà eliminato definitivamente il 20-25% circa dei peli della regione trattata.

La procedura è tanto più efficace quanto maggiore è la differenza fra la pigmentazione del pelo e quella della cute circostante: peli scuri rispondono quindi meglio al trattamento rispetto a quelli chiari.

Il trattamento non è aggressivo sulla pelle e al massimo si avrà un leggero eritema che scompare in poche ore.
I peli delle aree devono essere lunghi 2-3 mm e  non devono essere strappati nelle 6-8 settimane precedenti la seduta.

Per mantenere il risultato ottimale può essere necessario programmare una seduta di ritocco nel corso degli anni.

Un eccesso di peli (ipertricosi) può essere il risultato di trattamenti ormonali, di uso di farmaci o di una predisposizione genetica. In caso di ipertricosi marcata, per assicurare un risultato migliore possibile, è opportuno escludere patologie ormonali effettuando specifiche analisi ed accertamenti diagnostici mirati.

Dott.ssa Zaghi Silvia

Via Umberto I°, 31
45100 Rovigo

Tel. 3771258176

info@beautymedicalcenter.com